Il nuovo telefilm prodotto dal canale americano HBO, Luck, con Dustin Hoffman, è partito con il piede giusto: il canale ha deciso di ordinare due intere stagioni dopo aver mandato in onda appena un episodio, lo scorso 29 gennaio. Critica e pubblico hanno risposto in maniera talmente positiva da averlo già dichiarato un grande successo.

Il personaggio interpretato da Dustin Hoffman, Chester “Ace” Bernstein, è appena uscito da un carcere federale in cui ha trascorso gli ultimi tre anni. E non perde tempo: riallaccia subito i suoi vecchi contatti, creati in una vita di lavoro nel mondo del gioco d’azzardo, con radici anche nel crimine organizzato. Il suo nuovo progetto prevede di assumere il controllo di un ippodromo, per poi inserirvi gradualmente altre forme di gambling. Con il proseguire della storia, si fa sempre più chiaro che Ace è guidato da ben altre motivazioni, oltre ai soldi e agli affari, fra cui cercare vendetta per il tempo trascorso in prigione.

Le corse di cavalli fungono da collante fra i vari elementi della storia, guidando lo spettatore attraverso il primo episodio, avvincente e ricco di eventi. Il cast stellare della serie, oltre al premio Oscar Dustin Hoffman, include Nick Nolte, Dennis Farina e John Ortiz, e regala anche un’apparizione del famoso fantino Gary Stevens. La storia è costruita in modo da raccontare le storie di parecchi personaggi, che si intersecano tra di loro, sullo sfondo del mondo delle corse. Nel microcosmo dell’ippodromo, dalla clubhouse alla tribuna, dalla pista alle scuderie, si sviluppano le storie di questi personaggi, magistralmente costruiti e interpretati.

Le recensioni della critica sono state eccellenti. Linda Stasi, del New York post, ha scritto: “Il cast incredibile, la straordinaria qualità della sceneggiatura e l’intricato legame fra le storie mi hanno decisamente colpito. Continuerò a guardare di sicuro, e per molto tempo.”