Un giocatore inglese di 23 anni ha rubato più di 1 milione di sterline dai sui capi per finanziare la sua mania. Il bookkeeper Bryan Bejafield guadagnava circa 16,000 sterline l’anno ma ne spendeva 17,000 al giorno per giocare a poker, casinò e scommettere online.

Benjafield è stato condannato a 5 anni di prigione. In pratica il 23enne impiegato nel dipartimento finanziario della sua azienda Charminster Ltd, era in grado di trasferirsi somme di denaro online e firmare assegni a suo nome. Il totale scommesso da Benjafield è di £1,047,550 – l’azienda per cui lavorara si trova ora in bancarotta e dovrà licenziare molte persone.

Keiran O’Brien di Ladbrokes, uno dei siti dove Benjafield scommetteva, ha dichiarato che la società ha delle procedure per individuare truffe online ma in questo caso i soldi venivano trasferiti direttamente da una banca ed è stato per questo impossibile scoprire quanto stava avvenendo.

Incredibile però come un impiegato che guadagna 16,000 sterline l’anno abbia accesso a tali somme di denaro.

“gioco online” “scommesse” “bookmakers”