LAS VEGAS, Nevada (USA) – Secondo un’analisi effettuata sugli incassi dei casinò sulla Strip di Las Vegas, nonostante l’instabilità che caratterizza il mercato in questo ultimo periodo, la via principale della capitale del gioco d’azzardo mostra miglioramenti di anno in anno, in particolar modo relativi a giochi da tavolo e slot machine, che sembrano essere i preferiti del pubblico. E non è finita: le previsioni dicono che questo andamento positivo continuerà, portando turisti e visitatori di Las Vegas a continuare a spendere.

A meno di grosse sorprese, è probabile che gli incassi globali dei locali della Strip arrivino a toccare i 6 miliardi di dollari annuali, una cifra da capogiro che dimostra che la crisi non è profonda come spesso si tende a credere. Lo scorso ottobre è stato effettuato un calcolo che ha rivelato un aumento dell’11,3% annuo degli incassi globali dei locali sulla Strip. Quello stesso mese, però, gli incassi dei giochi nei singoli locali, ad eccezione del baccarà, sono scesi del 2,2%. Si trattava comunque di una fluttuazione prevista.

In definitiva, quello che si deduce dai numeri e dalle interpretazioni degli analisti specializzati è che l’industria del gioco è soggetta ad alti e bassi, compatibilmente con il mercato analizzato e con i giochi presi in considerazione. I numeri del 2010 mostravano una crescita degli incassi dell’11%, per un totale di 888,6 milioni di dollari in ottobre, rispetto allo stesso mese del 2009, tenendo in considerazione tutti i sottomercati (fatta eccezione di quattro sottomercati minori). Se si considera l’anno fiscale, che inizia il 1° luglio, l’aumento registrato è stato del 4,35%.