E’ mattina tardi o primo pomeriggio? Questo si chiede Michael Wilczynska appena si sveglia dopo una nottata di lavoro. E’ di nuovo ora di andare a produrre, vestito così come è andato a dormire. Non è il sogno di tutti? Michael accende il suo business partner, uno schermo LCD di 20 pollici, e la nuova giornata lavorativa ha inizio. Ma chi è e cosa fa esattamente Michael? Michael si fa chiamare “pokermike” e come si può evincere dal nickname è un giocatore di poker online professionista.

Durante la sua giornata lavorativa di due ore, Michael guadagna facilmente 600 dollari americani, una media superiore di 15 volte a quella dei cittadini australiani. Non male per uno studente di fisica alla South Sydney High di 23 anni. “Non ci posso credere, ancora mi pizzico per credere che tutto ciò sia vero” dice Michael. La carriera da “pokermike” ha inizio due anni fa insieme al suo compagno “Zero” che ricorda:”giocavamo a carte e abbiamo visto un banner di poker su un sito. Michael ha detto che era una truffa ma ho deciso mi sono iscritto lo stesso. 6 Mesi dopo ho convinto anche “pokermike” ha giocare”.

“Ho fatto una ricerca su Google, e voilà. Ho cominciato a leggere libri ed imparare l’arte del poker. Poi mi sono detto, spendo 50 dollari se li perdo mi fermo.” Invece quello ha segnato l’inizio della carriera di pokermike che ha affrontato online anche Ben Affleck, poker celebrity Erik Sangstrom ed un giocatore del Manchester United sotto il nickname di “Steve”. Lo scorso Dicembre Michael ha visitato Las Vegas dove ha incontrato il campione di poker Joseph Hachem dal quale ha appreso il gioco sui libri.

Allora “Mike” qual’è il tuo segreto? “Nel poker il calcolo delle probabilità è fondamentale, basta essere bravi a matematica. Molti giocatori non si rendono conto di questo e perdono continuamente. Spero comunque di giocare contro persone che possono permetterselo”. Il successo al poker online ha permesso a “pokermike” di viaggiare e acquistare una macchina nuova per la madre, ma alla fine ammette:”dopo la laurea non continuerò a fare questo mestiere, giocare a poker mi diverte ma non posso giocare a carte per tutta la vita”.

Bene Michael, allora per cambiare potresti provate il casinò 🙂