Il tentativo del governo americano di chiudere l’online gambling nel paese non sembra avere l’effetto desiderato. Secondo il sito scout.com siamo arrivati alla cifra di 600 poker rooms e nuove sale virtuali continuano ad essere aperte.

I giocatori di “poker” hanno l’imbarazzo della scelta è questo non può che far bene all’industria e favorire gli stessi poker players. La ricerca si riferisce esclusivamente a real money poker rooms cioè solamente le sale che permettono di giocare per soldi e non per divertimento.

Pensate che fino a pochi anni fa esistevano meno di una dozzina di siti sul poker online ed oggi ce ne sono almeno 5000!