PartyGaming Plc ha dichiarato di aver “tagliato” 945 posti di lavoro, circa il 41% della sua forza lavoro, subito dopo l’approvazione della legge anti-gambling da parte del presidente americano George Bush.

Nonostante ciò l’azienda si è ripresa velocemente dopo il piano di ristrutturazione. PartyGaming riporta 921mila dollari di entrate giornaliere nel mese di Dicembre con una media di 52,000 giocatori attivi.

Per quanto riguarda il poker, le entrate lorde si aggirano intorno ai 721,000 dollari giornalieri dopo aver raggiunto il punto più basso con 637mila subito dopo il passaggio della legge UIGEA. Le entrate dal Casinò e dal Bingo sono rimaste regolari con 199,000 dollari giornalieri.

Partygaming ha dichiarato di essere quasi in dirittura d’arrivo per quanto riguarda la ristrutturazione aziendale ed ha aggiunto che i direttori non esecutivi, Brian Larcombe e Nigel Kenny, lascieranno le loro posizioni a fine anno.