Il punto di rendere qualcosa illegale è quello di impedire alle persone di farlo e penalizzarle se continuano. Poi parliamo di Internet Gambling. Il governo federale americano sembra avere le idee chiare: Scommettere su internet è illegale. Milioni di persone però continuano a scommettere su centinaia di siti… Per miliardi di dollari.

Nigel Payne di SportingBet, bookmakers inglese che è stato molto nei media recentemente, è stato intervistato dal canale americano CBS. Per Payne una delle ragioni che rende il business così lucrativo sono i bassi costi di gestione:”Non ho bisogno di un Hotel o di croupiers. Non ho bisogno di cocktails o cameriere..”.

Inserisci i dati di carta di credito o del tuo conto in banca ed in pochi minuti puoi iniziare a giocare.

“Credo ci siano 12 milioni e mezzo di americani che usano internet per scommettere, mi sembra un consumer powermolto alto” dice Payne aggiungendo che il potere di queste masse è così grande che l’America sarà costretta a cambiare posizione sul gambling.

“In UK il gambling è stato regolarizzato dal governo e gli operatori inglesi possono accettare traquillamente scommesse da giocatori americani. Abbiamo Calcolato che se l’America avesse legalizzato l’industria nel 2004 il governo avrebbe guadagnato 1.2 miliardi in tasse“. Payne aggiunge che non avrebbe nessun problema a pagare le tasse:”Abbiamo espressamente richiesto di pagare le tasse perchè questa industria deve essere regolarizzata”.

Potete scaricare la video interview in inglese sul sito www.cbsnews.com.

La seconda parte dell’intervista sarà a breve su online casino italia.