Mong La, Mayanmar ha nuovamente aperto le porte ai cittadini cinesi ma questa volta in maniera virtuale attraverso degli internet casino. Per anni la Cina ha provato a chiudere i Casino a Mong La, Myanmar. Nel 2005 il casino e gli hotels nella città sono stati chiusi e Pechino ha proibito ai cittadini di viaggiare verso a Mong La nel tentativo di bloccare il riciclaggio di denaro sporco.

Ora Lin Mingxian, conosciuto come Sai Leun, che ha investito della gambling industry negli anni 90, ha deciso di aprire 7 nuovi online casinos realizzati appositamente per i cinesi.

Attraverso questi nuovi casinò online i giocatori di Pechino, Kunming o Shanghai possono avere dei live video feeds su internet. Per giocare devono trasferire il denaro su dei conti aperti appositamente in Cina e poi accedere al sito dove si può assistere ai giochi e scommettere via telefono.

In caso di vincita il giocatore può richiedere il trasferimento di denaro sul suo conto oppure incaricare un agente di ritirare la vincita al casinò per lui.

Il piano prevede la realizzazione di 14 casinò di questo genere a Mong La.