Il newspaper inglese “The Observer” riporta la notizia di un’offerta di 500 milioni di sterline che sarebbe stata fatta da William Hill, il famoso bookmaker, per l’acquisizione di Rank, un gruppo che opera bingo clubs e casinò in UK. In corsa però ci sono anche Ladbrokes e Harrah.

Il cricket, come sappiamo, è uno degli sport preferiti oltre manica e le scommesse legate agli “ashes” stanno salendo incredibilmente in questi giorni. Pensate infatti che Sporting Index ha dovuto impiegare il suo staff per 24 ore su 24 data la mole di bets piazzate sugli “ashes” che si giocano in Australia.

Secondo una notizia della Reuters le persone che non riescono a controllare la sete di scommesse hanno più probabilità di avere problemi di salute. I ricercatori hanno sondato circa 43,000 americani e scoperto che gli scommettitori accaniti hanno più possibilità di avere problemi di fegato, pressione alta e aritmia cardiaca.

Paul McGuire che scrive sul sito Poker Player ha dichiarato che la Unlawful Internet Gambling Enforcement Act sta iniziando ad avere un effetto sull’impiego nel settore del poker online. Molte infatti sarebbero state le riduzioni per la perdita di entrate pubblicitarie.

Borsa: William Hill scende di 2p a 629 centesimi (£). Neteller sale invece di 4,25p.