Neteller, il servizio di web-wallet preferito dai giocatori di casinò online, continuerà ad operare in US nonostante il probabile passaggio della legge anti-gambling. “Rimaniamo in USA, non pensiamo sia un grosso problema” dichiara il vice presidente Bruce Elliott. Secondo alcune stime la metà dei 12 milioni di dollari in scommesse spesi lo scorso anno in tutto il mondo provengono dagli Usa, come mai allora a Neteller non sono preoccupati?

Per due ragioni: la prima è che l’85% dei suoi guadagni deriva da transazioni in USA e Canada – quindi non c’è ragione per lasciare completamente il territorio nord americano. La seconda è che Neteller fornisce un servizio di pagamenti, così come Paypal. Essendo un intermediario le banche e le aziende legate alle carte di credito non effettuerebbero pagamenti diretti verso un sito di scommesse online.

Neteller confida proprio in questo “buco” legislativo americano per approfittarne della situazione. In caso di esito positivo Neteller potrebbe essere al centro di tutte le transazioni legate alle scommesse online degli americani. Pensate che rivincita sarebbe per gli inglesi che hanno dovuto subire il crollo delle azioni dei propri bookmakers proprio a causa della legge anti-gambling americana.