Il dialogo sull’ acquisizione di controllo tra Ladbrokes e 888 Holdings, la ditta di poker online e casinò si sono chiusi senza raggiungere un’accordo. Le due ditte hanno annunciato questa mattina che le discussioni su una possibile transazione si sono concluse “amichevolmente”.

Le discussioni erano cominciate nel November del 2006, poco dopo che gli Stati Uniti avevano vietato alle ditte americane di accettare scomesse online, ed hanno vietato alle banche e le aziende che trattano carte di credito di accettare i pagamenti sul web.

Un portavoce per Ladbrokes, il secondo “allibratore” nel Regno Unito, ha confermato che l’incertezza ininterotta causata dalle restrizioni americane è stata la causa della sospensione delle trattative. Le azioni sono aumentate dal 4,75p a 408,25p questa mattina, un aumento di appena 1%. Le azioni di 888 Holdings sono calate di quasi 6% e hanno perso 7p arrivando a115,5p.

Nigel Parson, l’analista di Evolution Securities, ha detto che l’annuncio di oggi indica che gli avvocati non sono convinti che avrebbero potuto limitare le liabilità drlle attività di 888 Holdings negli Stati Uniti. “Non era necessario per Ladbrokes concludere l’accordo, e non aveva bisogno della incertezza legale” ha detto il Sig. Parson “Questo tipo di decisione può porre fine alla carriera dei direttori”. 888 ha detto che la sua posizione commerciale non è cambiata.