Al decimo anniversario della Poker Caribbean Adventure abbiamo deciso di fare un excursus sulla sua storia. La prima edizione di questo torneo di poker Cyberstud è stata disputata nel 2004, quando il torneo faceva ancora parte del World Poker Tour. Vediamo negli anni come si è evoluto l’evento. Il Poker Caribbean Adventure è nato nel 2004 come tappa del World Poker Tour. Hanno partecipato, a questa prima edizione, appena 221 giocatori, ma con un field davvero impressionante. Dopo sette giorni di gara è stato il danese Gus Hansen a conquistare il primo premio di 455.780 dollari. Nel 2005 il Poker Caribbean Adventure si è svolto completamente presso il casinò Atlantis alle Bahamas. Hanno preso parte alla seconda edizione del PCA 461 giocatori, che hanno dato vita ad un montepremi di 3.487.200 dollari.

La vittoria è andata ad un altro europeo: l’inglese John Gale, a cui sono andati 890.600 dollari. L’anno successivo, nel 2006, il field ha raggiunto 724 giocatori, con una rappresentanza fortissima di giocatori internazionali, come inglesi, francesi, svedesi, australiani e israeliani. La vittoria è andata al professionista di PokerStars Paul Ambrose, che è riuscito a intascare 1.388.600 dollari. Il 2007 coincide con l’ultimo anno della presenza del WPT poker Cyberstud. Hanno partecipato a questo main event 937 che hanno generato un montepremi di 7.063.842 dollari. La peculiarità di questa edizione è arrivata dal tavolo finale, infatti tutti i giocatori erano di nazionalità statunitense. Il vincitore è stato il player del New Jersey Ryan Daut e ha intascato 1.535.255 dollari. Il 2008 è l’anno dell’arrivo dell’European Poker Tour e il PCA supera la soglia dei 1.000 iscritti, arrivando a quota 1.136.

Il vincitore è stato il pro di PokerStars Bertrand Elky Grospellier che ha intascato bel 2 milioni di dollari. Nel 2009 il numero di persone iscritte ha ragiunto 1347 giocatori, e il vincitore è stato Poorya Nazari, che si è qualificato online grazie a un torneo poker Cyberstud satellite da 33 dollari triple turbo rebuy, intascando 3 milioni di euro. Nel 2010 è stato infranto nuovamente il record di giocatori iscritti: 1.529. A vincere, dopo 10 giorni di battaglia, è stato lo statunitense Harrin Gimbel che ha intascato 2.200.000$. Nel 2011 il record di iscritti viene nuovamente infranto, con 1.560 giocatori iscritti. Anche in questa occasione è stato uno statunitense a conquistare il primo premio di 2.300.000 dollari messo in palio per il vincitore.

Il 2011 è stato anche l’anno della vittoria poker Cyberstud dell’Italia alla World Cup Of Poker. L’ultima edizione disputata, quella dello scorso anno, ha visto un calo considerevole del numero dei partecipanti: si è passati dai 1.560 del 2011 a 1.072. Ha conquistato il primo premio di 1.775.000 dollari l’amatore John Dibella. Un torneo che dovete assolutamente provare se vi piace questa categoria di poker online, è una variente un po’ particolare che bisogna proprio amare, quindi se è questo il vostro caso perché non provate a partecipare anche voi a qualche torneo satellite di Cyberstud poker per vincere un posto in uno dei tornei migliori della storia del poker stud.