L’indagine, denominata «17 sulla ruota di internet» è stata seguita da 31 procure, mentre gli 007 informatici hanno effettuato 38 perquisizioni e 52 denunce.

In tutto, 52 denunciati, che rischiano l’arresto da 3 mesi a un anno e un’ammenda minima di 516 euro per aver violato la legge 401 dell’89, quella che disciplina giochi e scommesse clandestine.

La Finanza dimentica che Comunità europea ha già bocciato la legge italiana sul blocco dei siti di scommesse.

Incredibile il fatto che si parli di giochi illegali quando ci sono famosi operatori europei che operano nel massimo della legalità da diversi anni. L’unico obiettivo di questa operazione é quello di indurre gli Italiani a giocare sui siti proposti di Aams, sbaragliando la concorrenza.