E’ di questi giorni la notizia che il Citizen Lab dell’Università di Toronto ha sviluppato un programma gratuito che è in grado di superare le restrizioni applicate dai governi ad Internet.
Il programma in questione si chiama Psiphon ed è possibile scaricarlo dal 1 dicembre 2006. In parole povere Psiphon funge da tramite tra i paesi in cui è presente un filtro sui contenuti di internet e le zone “libere” della rete.

Questo in risposta al Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni che ha dichiarato di voler filtrare i contenuti per proteggere i minori, come Pechino insomma. Peccato che i minori abbiano così tante sollecitazioni provenienti da tutte le parti che basterebbe siano i genitori ad occuparsene e non un ministro.

Bloccate ministri bloccate – se lo fate utilizzando la stessa tecnica di oscuramento dei siti di scommesse avrete sicuramente successo. Internet è solo un’insieme di reti con accesso a libera informazione bisognerebbe educare gli uomini ad utilizzarlo non limitarne lo sviluppo. Come si fa a garantire la libertà dei minori filtrando i contenuti? I minori di oggi sanno usare il computer ed internet meglio degli adulti, quindi i filtri dovremmo metterceli noi, a volte anche al cervello.