Non è stato troppo difficile fomentare l’eccitazione nei confronti del gioco d’azzardo in una tranquilla e ridente zona degli Stati Uniti d’America. Il giorno dell’inaugurazione del Kansas Star Casino, alle 8 di mattina in punto di lunedì scorso, circa 200 persone si sono messe in fila per assistere all’evento e per essere i primi a visitare la nuova struttura. Già alle 11, tre sole ore dopo l’apertura delle porte, più di 3.000 persone avevano già visitato il casinò. I tavoli di craps, roulette e di tutti gli altri giochi da tavolo offerti pullulavano di appassionati e curiosi ansiosi di provare questo o quel gioco. Il Kansas Star, che si trova a circa 9 miglia a sud di Wichita, è il secondo casinò statale del Kansas.

Secondo gli addetti stampa del casinò, nei primi 45 minuti di apertura già la bellezza di 1.050 persone ne avevano varcato la soglia, ben 1.600 lo hanno fatto nella prima ora e mezza, e 2.415 nelle prime due ore. A tre ore dall’apertura si registrava già una fila fuori dalla struttura di oltre 100 metri, che imponeva agli aspiranti giocatori un’attesa di oltre mezz’ora.

Scott Cooper, il direttore generale del casinò, che ha sedi anche in Nevada, Missouri, Illinois, New York e in altre località americane, ha dichiarato di essere rimasto sorpreso dall’alto numero di visitatori nelle primissime ore di apertura. “Certo ci aspettavamo una buona affluenza, ma non fino a questo punto” ha affermato Cooper. Gli organizzatori sono stati costretti a chiedere alla gente in sovrannumero di aspettare fuori, per permettere a chi si trovava all’interno di avere spazio sufficiente per girare e per ammirare la struttura come si deve. Tuttavia, è stato assicurato che la folla non ha assolutamente raggiunto la soglia di sicurezza antincendio di 4.695 persone. Alcuni visitatori, tuttavia, si sono lasciati scoraggiare dalla vista della lunga fila all’ingresso e hanno rinunciato.