Il repubblicano Jim Leach non è riuscito ad assicurarsi la 16ma rielezione con i democratici che hanno vinto in tutto il paese e controllano ora Camera e Senato statunitense. Sembrerebbe che l’ufficio di Leach sia stato inondato di telefonate da parte degli oppositori alla legge anti-gambling online. Le telefonate non sono state particolarmente gentili ma piene di quelle che in inglese si chiamano le “F words”.

Viene riportato da diversi siti che Leach avrebbe partecipato ad una partita di poker nel suo ufficio con tre dei giocatori professionisti più conosciuti in Usa. I giocatori avrebbero partecipato nel tentativo di convincere Leach che il Poker Online è un gioco di abilità e non può essere associato a quelli del casinò online.

La più grande associazione di giocatori di poker americana chiamata la Poker Players Alliance sarebbe stata al centro della protesta contro Leach facendo partire una campagna via posta elettronica in tutto il paese. Certo è che i siti di gambling hanno festeggiato la sconfitta dei repubblicani. Alcuni titoli riportano “l’ideatore della gambling ban sbattuto fuori” oppure “Leach non viene rieletto:una vittoria della comunità internet del gambling”.

Ci sembra ancora presto per cantare vittoria visto che la legge è in vigore.