L’india é un paese in continuo sviluppo ed i ricchi stanno diventando sempre più giovani. Quest’anno 5 uomini sotto i 40 anni sono stati infatti inseriti nella lista dei 40 indiani più ricchi e 4 di loro sono miliardari. I “nuovi ricchi” hanno fatto fortune in diversi settori dell’economia indiana dalla finanza al software, dalla telecomunicazioni al gambling online.

Complessivamente la loro ricchezza vale 10.9 miliardi di dollari. La maggior parte di loro ha tratto benefici dalla borsa indiana che ha visto un rialzo del 39% nel 2006. Questi “ragazzi d’oro” non se ne stanno seduti a guardare le loro ricchezze, certo alcuni sono i cosiddetti “figli di papà” ma sono tutti attivi nella gestione e sviluppo dei rispettivi “imperi”.

Tra questi nuovi ricchi troviamo Anurag Dikshit, 34 anni, che nonostante aver visto le sue azioni di Partygaming sciogliersi come neve al sole, è riuscito a mantenere un patrimonio di 1,5 miliardi di dollari. L’azienda di cui è uno dei fondatori ha preso un brutto colpo in USA dopo il passaggio della legge anti-gambling ma Dikshit è riuscito a vendersi 275 milioni di azioni prima del crollo. Bella mossa dobbiamo dire.