I cosidetti “Mount Pleasant 18” sono un gruppo di 18 giocatori che sono state arrestati lo scorso Aprile in South Carolina per aver giocato a Texas Hold’em. Questa notizia ha trovato grosso riscontro nei media e da tutto il mondo di internet arrivano offerte di aiuto. “Una partita da 20$ dollari non dovrebbe essere considerato un crimine” dichiara Michael Bolcerek presidente del Poker Players Alliance che vede tra le sue fila più di 100 mila giocatori americani.

Secondo il portavoce del gruppo Robert Chimento i Mount Pleasant 18 saranno sicuramente condannati. I giocatori proveranno a contestare la legge dello stato attraverso la corte d’appello. Da ricordare comunque che la polizia ha trovato 6mila dollari e piccoli quantitativi di droga durante il raid effettuato nell’abitazione.

4 persone sono già state arrestate e multate 100 dollari mentre le altre 18 proveranno a salvarsi. La legge dello stato americano vieta giochi di carte e dadi. Pensate che secondo la lagge anche il bridge ed il Monopoly sarebbero vietati. Poi ci chiediamo perchè in USA si comprano le pistole…

Ultimo vincitore al Roxy Palace 121,589.11 Euro