Si è stimato che le scommesse online abbiano 40 milioni di utenti in tutto il mondo e sembra che il numero si quadruplicherá entro il 2020, secondo la compagnia di ricerca Irlandese iReach.

“La proliferazione di nuove tecnologie ha certamente aiutato a formare un mercato embrionico con accesso alle scommesse online ed ai siti giochi, adesso facilitati dalla banda larga, tecnologie WAP e la televisione interattiva” ha detto Ara Cho, un’analista di mercato della iReach. Solamente nel Regno Unito, il mercato delle scommesse è di £50 miliardi.

La Paddy Power è una delle più grandi agenzie di scommesse in Irlanda con una presenza online dal 1999. I servizi online comprendono le scommesse tradizionali sugli sport ma ha anche un casinó digitale ed un sito poker.

Ci sono approssimativamente 340,000 giocatori iIrlandesi che scommettono online e cosí le entrate in Irlanda possono continuare a salire. In Irlanda compagnie come la Paddy Power hanno avuto successo e nel 2006 il fatturato della compagnia basato sulle scommesse è salito del 44%. Secondo la sezione 33 della legge scommesse irlandese, del 1931, è illegale per un residente Irlandese scommettere con servizi al di fuori dello stato Irlandese ma questo è impossibile da controllare e implementare.

Nonostante ció, la legge Irlandese sulle scommesse online e non è deliberatamente stata resa non molto chiara visto che tecnicamente il rifiutare di pagare una vincita non é attuabile, soprattutto online, visto che è impossibile tracciare i processi scommesse e coloro che li usano.

Il rischio delle scommesse online è che coloro che sono dipendenti dal gioco possono avere accesso in qualsiasi posto e a qualsiasi ora. In Tailandia le scommesse online hanno ridotto molti studenti a non dormire e a non andare a scuola per rimanere allo schermo. Questo ha fatto mettere un bando sulle scommesse online dalle 22 alle 6 da parte del governo Tailandese.

Un recente sondaggio in Gran Bretagna ha dichiarato che 1 milione di persone potrebbero diventare dipendenti perché lo scommettere da casa online o per telefono renderebbero le cose piú semplici. La ricerca Juniper ha predetto che per il 2011 le entrate dalle scommesse sui cellulari supereranno quelle fruttate dai download di musica.

Neil Brennan della iReach ha detto che il 4.5% dei possessori di cellulare in tutto il mondo usano il cellulare per fare scommesse. Anche se il mercato irlandese delle scommesse effettuate dai cellulari al momento non è molto grande sicuramente migliorerá, con agenzie come la Paddy Power che usano java applets per permettere ai giocatori di fare scommesse dal telefono.